Isabella e Denota.

Isabella Morseletto è una giovane donna, mamma e imprenditrice.
È grazie a lei se il marchio Denota, nato nel 2006, è diventato oggi un punto di riferimento per la bellezza, la creatività e il gusto italiano. Isabella è una presenza delicata, che nasconde in un sorriso sincero una personalità forte e determinata.

Cresciuta in una famiglia dove l’arte e la creatività viaggiavano libere per diventare quotidiano occasione di confronto e crescita, Isabella ha saputo cogliere il valore di questa eredità. Grazie all’attività del padre ha potuto respirare l’arte e conoscere i più grandi nomi dell’architettura italiana e internazionale: da Carlo, Afra e Tobia Scarpa a Pierluigi Cerri, da Cini Boeri a Vittorio Gregotti; e ancora Angelo Mangiarotti, Piero Porcinai, Paolo Piva, Ettore Sottsass. La sua casa era frequentata da Giorgio De Chirico, Gino Bogoni, Miguel Berrocal: grandi artisti e scultori che le hanno trasmesso il valore dell’arte, il senso profondo e libero della bellezza e dell’armonia. Dopo una laurea in Architettura, Isabella conosce da vicino il mondo della carta stampata, diventando responsabile delle riviste di Architettura e Design per un quotidiano.

Per molti anni la sua attività lavorativa è coincisa con questo ruolo; poi, nel 2016, Isabella decide di entrare nell’azienda del marito per occuparsi di un marchio dedicato alla regalistica di Natale. Il marchio è Denota, nome che attinge al significato del verbo “denotare”: “indicare, essere indizio, rivelare”. La passione per la ceramica, che Isabella ha coltivata fin da bambina, è ancora vivissima: per questo sceglie di far entrare in azienda una ceramista, esprimendo attraverso questa meravigliosa materia la sua personalissima idea di eleganza e bellezza.
Convinta che l’arte sia essenzialmente libertà, Isabella non ferma la sua indole creativa, bensì la asseconda portando nel mondo Denota candele, tessuti, bicchieri, diffusori per ambiente… perché la bellezza invada ogni momento della casa, della persona, della vita. Non è il pezzo perfetto a fermare il suo occhio attento: piuttosto, la possibilità di rendere unico un oggetto, di personalizzare una pochette, di esprimere l’unicità di chi sceglie Denota soffermandosi sul colore, le trame, i dettagli. Per questo Isabella crea un legame fortissimo tra il cliente e il prodotto che realizza per lui, seguendone ogni step, dal concept creativo all’impeccabile manifattura, dalla materia al packaging che deve raccontare la stessa eleganza che custodisce.

Collaborazioni con designer e architetti, dialoghi con chi conosce e crea il famoso Made in Italy: sono queste le strade che hanno portato il marchio Denota ad essere una sorta di piccolo laboratorio culturale italiano non solo di oggetti, bensì di esperienze visive, tattili, olfattive. Il cliente Denota è il privato, amante del bello, così attento al particolare in un mondo ormai sommerso di oggetti; al tempo stesso è l’azienda o il negozio che amano l’idea di omaggiare i loro stessi clienti con scelte di gusto profonde, mai superficiali. Ecco, forse la componente più importante del mondo Denota nasce dalla profondità dell’arte: ricercare qualcosa di unico, con il desiderio di portarlo alla luce e renderlo accessibile a chi lo sa riconoscere.